post — 15 dicembre 2016 at 23:32

La messa in scena non regge per la vicenda del povero operaio tav: notav assolti!

Si è concluso oggi uno dei processi più orchestrati della nostra storia giudiziaria: quello relativo all’operaio che lavorava dentro al cantiere, minacciato, perseguitato e aggredito dai notav, per poi essere così colpito da dover lasciare il lavoro (maggio 2013).

Una balla colossale che non ha mai retto da nessun punto di vista ma che ci è costata molto in termini di tempo e fastidio

Torneremo molto presto e in maniera dettagliata sulla vicenda perchè oggi vogliamo goderci l’assoluzione piena di Paolo e Alberto, andati a processo con il reato di violenza privata, trasformato in minaccia aggravata (escludendo così che Tessa l’operaio si sia licenziato per sfuggire alle minacce dei Notav) e infine decaduto perchè assolti con formula piena, ovvero perché il fatto non sussiste.

Quindi in sintesi

Diamo appuntamento a breve con la pubblicazione di dettagli minuziosi sul povero operaio e sulle indagini svolte da Digos e Procura….