top — 10 febbraio 2012 at 11:01

UNA DELEGAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO IN VISITA AL NON CANTIERE DI CHIOMONTE

Venerdì 10 febbraio la delegazione – integrata da Consiglieri delle Regioni Piemonte e Rhône-Alpes, studiosi, ricercatori e avvocati, per un totale di una trentina di persone-, visiterà l’area di Chiomonte presidiata dalle forse dell’ordine in cui sono previsti i lavori per lo scavo di un tunnel geognostico. Il Movimento No TAV ricorda che la zona è stata dichiarata di “interesse strategico”2 e la delegazione la visita proprio per acquisire informazioni ed esaminare in modo approfondito la questione, che riguarda anche il rispetto dei diritti costituzionali dei cittadini.

Dopo la visita del “non cantiere” sono previsti incontri di carattere istituzionale richiesti al Presidente della Comunità Montana Sandro Plano, al Presidente della Regione Roberto Cota, al Presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta e al Sindaco di Torino Piero Fassino.

La delegazione potrà così assumere – senza intermediazioni – ogni elemento utile alla formazione di un’approfondita valutazione del presente e del futuro del progetto della nuova linea ferroviaria Torino – Lione.

Il Movimento No TAV ricorda che Nathalie Kosciusko-Morizet, Ministro francese dell’Ecologia e dei Trasporti, ha indicato a dicembre 2011 “la ricetta per uscire dalla grave crisi: dare priorità alla manutenzione e al rinnovo della rete ferroviaria classica e sottoporre lo sviluppo delle linee ad Alta Velocità ad una valutazione esterna indipendente per superare la confusione tra decisioni politiche e tecniche di tutti i progetti con l’esclusione delle quattro linee i cui lavori sono in corso”, tra i quali non vi è la Torino – Lione.

LA DELEGAZIONE IN VISITA

Gianni Vattimo (ALDE)

Sonia Alfano (ALDE)

Sabine Wils (GUE/NGL)

Michèle Rivasi

Paul Murphy