top — 27 settembre 2012 at 12:42

La Valle e il ritorno al futuro

Assemblea delle grandi occasioni ieri a Bussoleno. In un salone stracolmo con moltissimi notav all’esterno il popolo notav si è confrontato per tre ore serrate tra strategia, analisi e calendario alla mano.

La serata si è aperta da una fitta serie di comunicazioni sulle varie inziative che ci saranno in Valle e in Italia, con un particolare ringraziamento agli attiviti No Muos presentando la prossima manifestazione nazionale del 6 ottobre a Niscemi, e  Mark Covell giornalista inglese ferito nella mattanza della Diaz di Genova. E poi ancora la manifestazione dei notav terzo valico del 6 ottobre, la prossima edizione di Compra un posto in prima fila, gli aggiornamenti dalla Spagna, saluti notav dalla Francia e la mobilitazione a Ravenna contro la Cmc del 13 ottobre.

Poi è arrivato il momento di Luca Abbà che da quel 27 febbraio non era più stato presente ad un assemblea generale. Salutato da un lungo applauso, con tutta la sala in piedi, Luca ha spiegato la sua gioria nell’esserci e nel recuperare le forze per tornare a lottare come sempre, a partire da questo sabato con il “ritorno al futuro”  che ci porterà tutti in Clarea sotto il traliccio ormai famoso.

In tutti gli interventi c’è stato un filo conduttore di lotta, di ripresa consapevoli che il futuro ce lo dobbiamo costruire da noi, passo per passo, perchè quello che sta avvendo in Clarea è il modello che vorrebbero imporre alla Valle.

Voglia di fare, consapevolezza dei propri mezzi e strategie per allargare il consenso hanno caratterizzato gli interventi finali del popolo notav, tra i quali la proposta di andare a Lione il giorno in cui ci sarà il vertice intergovernativo Francia Italia. “Facciamola noi la tratta Torino Lione” ma per manifestare!

La registrazione dell’assemnlea su U-Stream