top — 13 marzo 2012 at 02:05

I soldi del Tav sono sottratti all’edilizia scolastica

“Penso che la Cgil debba avere un giudizio netto. Del resto la nostra posizione favorevole alla Tav l’abbiamo espressa al congresso: il Paese ha un disperato bisogno di investimenti”. Susanna Camusso

“la Tav si deve fare perché genera lavoro e occupazione direttamente sul territorio e non solo, perché garantisce benefici economici rilevanti e perché dimezza i tempi di percorrenza”.Mario Monti

La delibera del Cipe per il tunnel geognostico della Maddalena prevede che i fondi siano stornati da quelli per la messa in sicurezza delle scuole e per la sicurezza carceraria. Questi sono i dati reali di cui non si parla mai.

Che il Tav porta lavoro è una vecchia litania sempre usata da chi vuole giustificare un progetto inutile e fallimentare. Visto che però i notav dicono falsità ecc…ecc…alleghiamo qua la delibera del Cipe che finanzierebbe l’opera.  Leggete a pagina 2, in cui si sostiene che alcuni finanziamenti pubblici per l’opera saranno presi dal “Fondo aree sottoutilizzate […] per la messa in sicurezza delle scuole, per le opere di risanamento ambientale, per l’edilizia carceraria, per le infrastrutture museali ed archeologiche, per l’innovazione tecnologica e le infrastrutture strategiche per la mobilità”.

Insomma la tanto amata Tav, che dovrebbe portare lavoro, benessere e progresso, non solo offrirebbe meno occupazione di un serio programma di piccole opere utili, ma toglierebbe a queste – decisamente più urgenti – i fondi necessari per essere messe in pratica.