News — 14 dicembre 2010 at 09:11

Comunicato Stampa – Movimento NO TAV – 13 dicembre 2010

COMUNICATO STAMPA
Movimento NO TAV Val Susa, Val Sangone, Torino e Cintura

C’è grande soddisfazione nel Movimento di cittadini “No Tav” per essere riusciti – oggi – ad accompagnare a Bruxelles la delegazione di amministratori locali per la consegna delle 26 delibere che esprimono la contrarietà al progetto di una nuova linea ad alta velocità e capacità fra Torino e Lione a Jean-Eric Parquet, direttore Mobilità e Trasporti delle Commissione Europea (il quale riferisce direttamente al Commissario Siim Kallas).

Sandro Plano, presidente della Comunità Montana Val di Susa e Val Sangone, ha inoltre consegnato il ponderoso dossier che in questi mesi i tecnici componenti l’apposito gruppo di lavoro hanno redatto per motivare la contrarietà sia all’ipotesi di una nuova infrastruttura che – ovviamente – alla “discenderia” della Maddalena di Chiomonte che non avrebbe nessuna utilità geognostica anche nel caso si realizzasse l’opera.

Paolo Prieri – a nome dei cittadini – ha informato la delegazione dei funzionari UE composta anche da Gunther Ettl (assistente del responsabile del “Corridoio 5” Laurens Jan Brinkhorst) e Herald Rujters che solo il 15 dicembre e a distanza di due anni dalla richiesta (e in esecuzione di una ordinanza del TAR!) sarà possibile accedere pubblicamente alla documentazione dell’Osservatorio per la realizzazione dell’opera, presieduto da Mario Virano! In palese e clamoroso contrasto con la dichiarata trasparenza che era una delle precondizioni poste dalla UE per il co-finanziamento del progetto. Si è poi preso atto che a Bruxelles ci si continua si trincerare dietro alla non volontà dei Governi Italiano e Francese di rendere accessibili i documenti, che le convenzioni internazionali pure sottoscritte dai due paesi obbligherebbero ad essere tali. Per cui si è ribadito – nel caso dovesse perdurare questo inaccettabile ostruzionismo – che ci si riserva di agire a 360° presso la Magistratura Civile, Contabile e Penale e presso l’ufficio europeo contro la corruzione OLAF fino a ricorrere al Mediatore Europeo.

La delegazione di amministratori era costituita – oltre che dal Presidente di Comunità Montana – da: Carla Mattioli, sindaca di Avigliana, Antonella Falchero, Assessore di S.Ambrogio, Emilio Chiaberto sindaco di Villar Focchiardo, Paolo Chirio, consigliere di Caprie, Nilo Durbiano, sindaco di Venaus, Dario Fracchia, sindaco di S.Ambrogio, Rino Marceca, vicepresidente di Comunità Montana.

Bruxelles, 13 dicembre 2010

Movimento NOTAV

Ufficio Stampa del Coordinamento dei Comitati NO TAV

[nggallery id=39]