News — 12 novembre 2010 at 08:16

Bonino, Revello e “l’Operazione Verità”

(fonte AGI) – Torino, 10 nov – “E’ venuto il momento di rivoluzionare il metodo di comunicazione istituzionale sulla Tav: scatta l’ora dell’operazione verita’”. Cosi’ l’assessore ai trasporti del Piemonte Barbara Bonino, al termine di un incontro svoltosi, oggi, a Torino, del tavolo tecnico per pianificare e coordinare una campagna di comunicazione che partira’ nelle prossime settimane. “Sfonderemo il muro di falsita’ edificato nel tempo dai No Tav – aggiunge Bonino – Occorre riportare la discussione sul piano delle verita’ oggettive, suffragate dai pareri di tecnici ed esperti nominati dagli enti pubblici. Il nostro obiettivo e’ far si’ che il progetto della Torino-Lione sia facilmente comprensibile da tutti i valsusini nei dettagli”. “L’incontro di oggi – aggiunge l’assessore regionale all’ambiente Roberto Ravello – nasce dall’esigenza di fornire ai cittadini piemontesi, ed in modo particolare ai residenti in Val di Susa, gli strumenti per comprendere i vantaggi per la valle, il Piemonte e l’Italia legati alla costruzione della linea ad alta velocita’. Dopo anni di campagne di disinformazione, e’ fondamentale – conclude – far leva sull’orgoglio di un territorio strumentalizzato per interessi elettorali, attraverso un’informazione corretta e supportata da dati scientifici certi”.

Ecco, era ora! Finalmente i proponenti all’opera partono con una seria campagna d’informazione ai cittadini… No. non è vero, scusatemi, mi sono fatto prendere la mano, dimenticavo con chi abbiamo a che fare.
Per altro mi stavo chiedendo ma… che fine ha fatto il famoso camper che avrebbe dovuto, fornito di fior fior d’esperti, rispondere alla domande dei cittadini ed illustrare i vantaggi dell’opera? Sarà il caso di attivare la trasmissione di Federica Sciarelli “Chi l’ha visto?” Nel mentre attendiamo con grande ansia l’Operazione Verità, speriamo che ricompaia il camper con gli esperti, di cui ci stanno a cuore le sorti. Dall’ultima volta che li abbiamo visti in valle staranno bene? Saranno invecchiati? …Speriamo ritornino.
Certo, dopo anni di disinformazione occorre, come dice Ravello, fare leva sull’orgoglio di un territorio strumentalizzato per interessi elettorali. Ma Ravello sa di cosa sta parlando? Chi ha strumentalizzato?, Chi ha fatto disinformazione? La Valle di Susa, il proprio orgoglio l’ha già tirato fuori, noi stiamo già camminando a testa alta, non se ne sono accorti? L’informazione corretta e supportata da dati scientifici, noi la stiamo già facendo, banalmente utilizzando le parole scritte nel progetto preliminare, dove per altro ci sono pure i dati scientifici certi. A meno che i progettisti della NLTL abbiano voluto farci uno scherzo, ma sembra un ipotesi alcuanto inverosimile.
E poi, dai, i proclami della Bonino: sfonderemo il muro di falsita’ edificato nel tempo dai No Tav. Occorre riportare la discussione sul piano delle verita’ oggettive, suffragate dai pareri di tecnici ed esperti nominati dagli enti pubblici. Il nostro obiettivo e’ far si’ che il progetto della Torino-Lione sia facilmente comprensibile da tutti i valsusini nei dettagli”
Ma che cazzo stai dicendo Barbara? La discussione è già sul piano delle verità oggettive, suffragate da pareri tecnici ed esperti nominati da enti pubblici. I progettisti non lo sono forse? Hanno avuto l’onesta di scrivere proprio tutto nel preliminare, ma tutto tutto eh? Dunque non preoccupatevi, la gente ha capito perfettamente e nel dettaglio quello che avete in mente.
L’unico problema, se proprio ne vogliamo trovare uno, e che alla Valle, voi e la vostra TAV, proprio non piacete!

Mario Solara

tratto da lavallecheresiste