News — 3 novembre 2011 at 18:16

QUESTA MATTINA IN VAL CLAREA A CHIOMONTE

Questa mattina in val Clarea a Chiomonte nei pressi della baita presidio si è presentato un nutrito gruppo misto di forze dell’ordine e tecnici di LTF (Lyon Turin Ferroviare conpartecipata italo francese per la costruzione della tav in val di Susa). L’intento chiaro dei tecnici era ed è quello di preparare il terreno per il futuro allargamento delle reti. In proposito ricordiamo che l’attuale porzione di terra occupata in questi mesi dalla polizia non è che una minima parte della presunta e futura area di cantiere. Infatti l’imbocco del cunicolo esplorativo è posto esattamente alle spalle della baita presidio in una poszione della val Clarea posta sotto decreto prefettizio ma ancora in mano al movimento no tav e al popolo della valle di Susa. In contemporanea a questi rilevamenti preparatori le forze dell’ordine non hanno mancato di intimidire gli occupanti del presidio scansionando con attrezzature a infrarossi la baita e prospettando un futuro sgombero. Visto l’inizio di giornata chiediamo quindi a chi può di raggiungere il presidio, per aumentare la presenza e per dare un po’ di aiuto e di cambio a chi magari causa questo imprevisto ha dovuto rimanere oltre il previsto alla baita.


ore 12,00 Il commissario straordinario Virano seguito da una nutrita schiera di telecamere italiane e francesi visiona il finto cantiere anticipando ai giornali che le lettere di esproprio per i etrreni attigui alla baita presidio sono in arrivo. Si inizia così a spiegare una giornata particolare iniziata con incontri spiacevoli. Si sa in val di Susa il buongiorno si vede dal questore…

ore 10,00 AL MOMENTO LA SITUAZIONE SEMBRA NELLA NORMA