post — 23 febbraio 2013 at 09:16

IL SENSO DI VIRANO… PER IL CRONOPROGRAMMA

L’Architetto Virano ha uno strano senso del rispetto dei cronoprogrammi, in particolare per quello del tunnel geognostico della Maddalena di Chiomonte, ecco cosa è riuscito ad affermare nell’ultimo mese:

  • 15 gennaio 2013, La Stampa: siamo in anticipo di sei/sette mesi sulle scadenze del cronoprogramma (link)
  • 23 gennaio 2013, La Stampa Online : stiamo rispettando il cronoprogramma (link)
  • 16 febbraio 2013, Presentazione del progetto definitivo della tratta internazionale a Susa: siamo in ritardo per colpa delle manifestazioni No Tav (leggi qui)

 

Clicca sull’immagine per ingrandire o scarica in pdf ->scheda_cronoprogramma

Come si può notare all’Arch. Virano non manca la fantasia oppure ha un concetto del tempo del tutto personale, ma esiste davvero un cronoprogramma e cosa prevede?

Il cronoprogramma esiste davvero ed è quello presente nella:

DECISIONE DI CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO FINANZIARIO PER UN’AZIONE del 5.12.2008 riguardante la concessione di un contributo finanziario della Comunità relativo a progetti di interesse comune “Nuovo collegamento ferroviario Lione-Torino – Parte comune franco-italiana della sezione internazionale” – 2007-EU-06010-P – nel campo delle reti transeuropee di trasporto (TEN-T)” (link)

che in sostanza è il documento con cui la UE, dopo la presentazione da parte dei governi Italiano e Francese del Dossier di candidatura, ha concesso nel 2008 il famoso contributo per studi e progetti pari ad euro  671.800.000 a fronte di costi previsti ed ammissibili per  euro 2.091.192.000.

Dall’analisi del crono programma risulta ben chiaro che il tunnel geognostico della Maddalena si sarebbe dovuto iniziare il 1/1/2010 (oppure il 31/1/2010 secondo un’altra tabella) e terminare il 31/12/2013.

A nostro avviso il 31/1/2010 vuol dire che il tunnel della Maddalena si sarebbe dovuto iniziare oltre tre anni fa, non sappiamo quale tipo di calendario segua l’Architetto Virano…..forse quello Maya….

Il tempo oltre a fare brutti scherzi all’Architetto fa anche dei brutti scherzi ai costi, infatti se guardiamo quanto era previsto che costasse nel 2007 il tunnel della Maddalena ( 119.300.000 euro)  e quanto costa adesso ovvero dopo soli 5 anni (circa 145.000.000 d i euro) vediamo che vi è un incremento di ben 30.000.000 di euro, niente male vista la crisi!!!