post — 29 gennaio 2016 at 13:11

Foietta è un interlocutore credibile? Comunicato stampa

foietta e virano pinocchioLe Amministrazioni Comunali di Alpignano, Avigliana, Rivalta di Torino, Sant’Ambrogio di Torino e Venaria Reale richiamano l’attenzione dei media su quanto sotto riportato

Presidenza del Consiglio e Ferrovie smentiscono le affermazioni di Foietta sulla Torino Lione. I Sindaci contrari, interessati dalla tratta nazionale, chiedono al Ministro Delrio quale sia l’interlocutore per il dialogo da lui proposto.

Le parole di Foietta “Il CIPE dovrà approvare”. E’ quanto sancisce il Commissario di Governo Paolo Foietta, in merito al progetto preliminare della tratta nazionale della Torino Lione. Questa netta affermazione è contenuta nel documento programmatico approvato all’unanimità dall’Osservatorio lo scorso luglio(1).

Nello stesso documento si afferma che è già stato dato “inizio alle attività di progettazione definitiva (RFI-ITALFERR) alla fine del 2014”, grazie ad un “avvio in anticipazione” richiesto dallo stesso Commissario (allora Virano).

Le verifiche dei Comuni L’iter della tratta nazionale è fermo da anni(2) e l’opera è priva di finanziamento(3). Pertanto, allarmati dalle asserzioni di Foietta, i Comuni contrari della Torino Lione hanno richiesto conferme ufficiali, come illustrato nella conferenza stampa dello scorso 20 novembre(4) .

Le smentite ufficiali a confronto con le affermazioni di Foietta La risposta del Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica (DIPE) della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sull’annunciata approvazione del CIPE:

Commissario di Governo Paolo Foietta(1): “Entro l’autunno 2015, il CIPE dovrà approvare, eventualmente in linea tecnica, il progetto preliminare della tratta nazionale, aggiornando il fasaggio (definito il 14.11.2012), sbloccando la Progettazione Definitiva di adeguamento della linea storica Bussoleno – Avigliana e finanziando attività collaterali già contenute nel Progetto Preliminare.

Presidenza del Consiglio dei Ministri – DIPE(5): “[…] si precisa preliminarmente che nessuna proposta d’iscrizione all’ordine del giorno del CIPE del progetto “Cintura di Torino e connessioni al collegamento TorinoLione” è mai pervenuta a questo Dipartimento.

“Riguardo ai poteri del CIPE, il Comitato è l’unico organo deputato ad approvare i progetti preliminari e definitivi delle opere strategiche e, in quanto organo di derivazione eminentemente politica, opera in assoluta autonomia e nessun organismo terzo ha il potere d’impegnare pro futuro il Comitato ad assumere specifiche decisioni.”

La risposta della Direzione Programmi Investimenti – Direttrice Nord di RFI, sul presunto inizio della progettazione definitiva della tratta nazionale:

Commissario di Governo Paolo Foietta(1): “L’avvio in anticipazione, su richiesta del Commissario di Governo a RFI (8/8/2014), della Progettazione Definitiva della TAPPA 1 ha consentito l’inizio alle attività di progettazione definitiva (RFI-ITALFERR) alla fine del 2014.”

Rete Ferroviaria Italiana(6) : “[…] la presunta e pretesa progettazione definitiva che il Commissario avrebbe preventivamente autorizzato ed RFI/Italferr eseguito, in realtà non è mai stata avviata, in quanto ad oggi non è ancora intervenuta la delibera CIPE approvativa del progetto preliminare.”

Le Amministrazioni di Alpignano, Avigliana, Rivalta di Torino, Sant’Ambrogio di Torino e Venaria Reale sono costrette a prendere atto del contenuto delle risposte ricevute, in base alle quali risulta difficile trovare un riscontro alle importanti affermazioni formulate dal Commissario Foietta e appare arduo ricondurre le contraddizioni emerse a semplici problemi di interpretazione.

In base al mandato assegnatogli dal Ministro Delrio lo scorso 28 ottobre al Lingotto, il Commissario Foietta avrebbe dovuto contribuire a creare condizioni di chiarezza e fiducia, propedeutiche per l’avvio di qualsiasi sede di confronto. Viceversa, l’operato del Commissario contribuisce a suscitare nei cittadini sensazioni di confusione, disorientamento e sfiducia.

I Sindaci di Alpignano, Avigliana, Rivalta di Torino, Sant’Ambrogio di Torino e Venaria Reale hanno indirizzato una lettera al Ministro Delrio, nella quale ribadiscono la loro contrarietà alla Torino-Lione e chiedono un intervento diretto del Ministro per considerare l’operato del Commissario da lui indicato come interlocutore in un eventuale tavolo di confronto.

Dossier Il dossier con la documentazione completa è disponibile sulla homepage del sito internet www.comune.rivalta.to.it

Note e riferimenti

(1) “Programmazione delle attività dell’osservatorio tecnico Torino – Lione – 7 luglio 2015“ – approvazione: www.governo.it/presidenza/osservatorio_torino_lione/riunioni/report.html – documento: www.governo.it/Presidenza/osservatorio_torino_lione/PDF/20150807_PROGRAMMA_OT_DEFINITIVO.pdf

(2) Progetto preliminare RFI, marzo 2011 www.va.minambiente.it/it-IT/Oggetti/Info/406

(3) Contratto di Programma RFI 2012-2016 www.rfi.it/cms/v/index.jsp?vgnextoid=20bd8c3e13e0a110VgnVCM10000080a3e90aRCRD

(4) Comune di Rivalta di Torino, conferenza stampa 20 novembre 2015 www.comune.rivalta.to.it/interna.asp?idArea=26&idSottoarea=&idTL=&idNews=2920

(5) Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica (DIPE) nota Prot. DIPE-0005455-P-17/12/2015 del 17 dicembre 2016: contenuto nel dossier disponibile sulla homepage del sito www.comune.rivalta.to.it

(6) RFI Direzione Programmi Investimenti Direttrice Nord, nota Prot. RFI-DIN.DPI.NORD\A0011\P\2015 843 del 18 dicembre 2015: contenuto nel dossier disponibile sulla homepage del sito www.comune.rivalta.to.it