post — 11 luglio 2011 at 18:25

Di chi sono i beni comuni? Wu Ming #notav

[da Giap – Blog di Wu Ming] free download- Il 27 giugno scorso, mentre dalle parti di Chiomonte, in Val di Susa, l’odore dei lacrimogeni era ancora pungente, centinaia di chilometri più a sud, in un’aula di tribunale, la corte d’appello di Firenze mandava assolti i dirigenti del consorzio Cavet, condannati in primo grado per l’inquinamento e lo smaltimento illecito di rifiuti, durante lo scavo delle gallerie per l’Alta Velocità nella zona del Mugello. Di fronte a un tempismo così perfetto, bisogna ammettere che sarebbe stato quantomeno schizofrenico imporre un’opera con il manganello e nello stesso tempo condannarla con il codice penale. Del resto anche la prima sentenza, quella sfavorevole a Cavet (quindi Impregilo, quindi Fiat), era stata piuttosto morbida con gli imputati: l’impatto su fiumi e sorgenti? Un semplice errore, nulla di penale. Il furto d’acqua? Deciderà la Corte Costituzionale, perché non è ben chiaro se il prendersi a sbafo l’acqua di un fiume sia davvero un furto. Infatti, come disse nella sua requisitoria il PM Gianni Tei:

«Di chi è l’acqua? Di tutti? Di nessuno? […] Gli imputati […] devono aver pensato che l’acqua fosse loro. E se non loro, allora che l’acqua non fosse di nessuno, secondo il principio abbastanza in uso nel nostro paese per il quale i beni pubblici non sono considerati beni di tutti, ma di nessuno per l’appunto, e quindi alla fine sono di chi se li prende.»

Visto il tempismo di giudici e reparti anti-sommossa, noialtri, per non essere da meno, abbiamo pensato che fosse ora di mettere in download il PDF de Il sentiero degli dei, oggetto narrativo di WM2, uscito più di un anno fa, e dedicato, tra le altre cose, anche all’Alta Velocità. Siamo convinti, infatti, che i beni comuni siano beni di tutti, e che le storie siano un bene comune (*).
[Chi è bravo a convertire e impaginare in ePub, Mobi e altri formati per e-reader, si sbizzarrisca e ci spedisca il risultato. Metteremo on line pure quello.]

  • sul blog di Giap puo isostenere la politica dei Wu Ming di pubblicazione copyleft