movimento — 18 maggio 2010 at 16:03

I No Tav a Strasburgo

Oggi, 18 maggio 2010, una delegazione di tre autobus no tav ha raggiunto Strasburgo, sede del parlamento europero. Qui con le delgazioni no tav basche e francesi, anch’esse giunte in mattinata ha incontrato la commisione trasporti del parlamento. Ad accompagnare i no tav i parlamentari Joe Higgins irlandese dell’Irish Socialist Party, Sonia Alfano e Luigi De Magistris delegati italiani.

La trasferta a Strasburgo ha come obiettivo la consegna di un voluminoso dossier di cui alleghiamo copia. In sintesi si vuole ribadire la contrarietà al tav da parte delle popolazioni locali coinvolte, l’esorbitante costo dell’infrastruttura, la militarizzazione dei territori che viene operata ogni qual volta si aprono i cantieri e i suoi costi anch’essi esorbitanti. Le relazioni sono state presentate dai tecnici e dai rappresentanti no tav e da relazioni di appoggio dei parlamentari accompagnatori. In particolare la Alfano e De magistris hanno sottolineato le infiltrazioni mafiose costanti che si insinuano nei grandi appaltgi in Italia. Higgins poi presentandosi ha dichiarato di essere fiero di accompagnare la val di Susa e anzi di quasi essere incvidioso di non essere stato eletto in valle, terra di un popolo che resiste e lotta. Il tutto ovviamente si è concluso con una presa d’atto da parte della commissione che valuterà le criticità sottolineate negli interventi e nei documenti.

La giornata insomma si può definire più che positiva. Passaggio obbligato del movimento no tav nei confronti dell’Europa, reale finanziatore della tav. Momento di incontro però tra i popoli in lotta contro la tav, che da qui sapranno ripartire e organizzarsi per continuare a resistere, da domani con un percorso comune ancora più forte.

Sotto(in pdf) la documentezione completa presentata alla Commissione.