movimento — 19 novembre 2008 at 11:25

COMUNICATO STAMPA

l Movimento NO TAV della Valle di Susa esprime piena solidarietà ai cittadini di Aprilia che hanno subito lo sgombero del presidio contro la centrale turbogas.
La scorsa notte si sono concretizzate le recenti minacce del presidente del consiglio di usare nuovamente la forza militare per avere la meglio sulle resistenza di pacifici cittadini che difendono il proprio territorio. Ancora una volta la democrazia è stata sospesa: oggi ad Aprilia come in Val di Susa 3 anni fa.

Il Movimento NOTAV, che il prossimo 6 Dicembre riaffermerà la sua ferma opposizione al TAV con una grande manifestazione a Susa, riconosce la violenza usata dal governo ad Aprilia come una violenza nei confronti di tutte le realtà che nel nostro paese difendono i beni comuni e la democrazia.

Anche questa volta non subiremo in silenzio e ci mobiliteremo per esprimere la più ferma condanna della nuova aggressione e per riaffermare il diritto dei cittadini di decidere del proprio futuro.
Il futuro è nelle nostre mani. Sarà dura!


Movimento NOTAV, 18 Novembre 2008