movimento — 12 novembre 2010 at 22:47

Anche un granello di sabbia può fermare il meccanismo

da La Stampa di oggi ” Dal governo in arrivo 12 milioni per aprire il cantiere di Chiomonte”.  ” Dodici milioni per lo scavo del cunicolo della Maddalena e 36,6 per far fronte, limitatamente alla fase di studio e progettazione,ai maggiori oneri a carico dello Stato italiano, derivanti dal cambiamento di tracciato sul territorio nazionale”E sono tutti d’accordo da Berlusconi, a Fini, a Bossi, a Bersani, a Di Pietro. Che ne dicono gli studenti e gli scolari che vedono franare il diritto allo studio? E i malati che vedono franare il diritto alla cura ? E i diversamente abili cui si nega pesantemente il diritto all’assistenza? E gli anziani, i precari, i disoccupati, i senza casa cui viene rifiutata ogni minima forma di supporto? E la natura, taglieggiata, violentata, negata dai troppi orrori del Mercato e del capitale? Anche per loro è la nostra lotta.  Popolo NO TAV, presenza, intransigenza, determinazione, nella consapevolezza che dalla nostra parte ci sono la verità e il futuro! Nicoletta