agenda — 30 maggio 2017 at 23:08

Diverso il suo rilievo. La prima festa di Alpinismo Molotov

Venerdì 2 giugno
17: apertura della festa
18: spazio libri: Enrico Camanni presenta il suo Alpi ribelli (Laterza, 2016)
20: cena
21,30: Concerti: Anonima Coristi (Val Pellice) + Wu Ming 2 & Frida X (Bologna)

Sabato 3 giugno
9: escursioni (3 mete a scelta)
18: spazio libri: Matteo Melchiorre presenta il suo La via di Schenèr (Marsilio, 2016)
20: cena
21,30: Concerti: Duo Passamontagne (Marsiglia, Milano) + Hooligans’ Mountain (Torino)

Domenica 4 giugno
9: escursioni (3 mete a scelta)
17: merenda e saluti

Lo spazio sociale Vis Rabbia si trova in Via A. Galinier, 36, 10051 Avigliana TO.

I pasti saranno offerti dal VisRabbia a prezzi popolari.

Sarà possibile campeggiare liberamente.

L’hashtag  per raccontare e seguire la festa sui social network è #DiversoRilievo.

 

Diverso il suo rilievo. L’enigmatico settenario non è la definizione di un cruciverba. Viene da Storia di una montagna del geografo, anarchico e combattente per la Comune di Parigi Élisée Reclus. A noi è piaciuto subito.
La montagna è un rilievo in tutti i sensi. Si innalza sulle pianure. È un punto di riferimento quando si è in basso e, quando si è in cima, diventa postazione di osservazione panoramica. È fondamentale per il ciclo ecologico che ci tiene in vita. Dà la spinta ai corsi d’acqua, ospita i ghiacciai. Tutte cose di rilievo.

Ma è diversa la montagna. Basta spostarsi, anche di poco, e il contorno muta, emergono dettagli fino a poco prima nascosti. La montagna è storta e per coglierne un’immagine complessiva obbliga al movimento.
È diversa poi perché rifugio degli irregolari, degli sbandati, dei partigiani. È il polmone di libertà di chi è asfissiato dalle costrizioni sociali delle metropoli. È allo stesso tempo confine naturale e cerniera, porta d’accesso ad altre terre. E al cielo.

Alpinismo Molotov è un collettivo di escursionisti con la penna in mano, di lettori con gli scarponi ai piedi che si sono conosciuti prima sulle pagine virtuali di Giap, il blog della Wu Ming Foundation, uniti dalle storie di Point Lenana, Felice Benuzzi e Gian Piero Motti e che poi hanno cominciato a scarpinare e fare cose insieme.
Dal 2014 a oggi sul nostro blog abbiamo scritto récit d’ascension a più voci, abbiamo provato a decostruire logiche di sfruttamento turistico e industriale, abbiamo recensito libri, riflettuto sul paesaggio e su comportamenti umani connessi alla montagna.
A noi della montagna, dell’escursionismo, dell’alpinismo interessa la dimensione sociale. La convivialità, il ritrovarsi, il discutere e scambiarsi esperienze, ed è questa la ragione principale che ci spinge a organizzare la nostra prima festa.
Vogliamo condividere passi, canti, suoni, storie, riflessioni e vogliamo farlo sulle montagne della Valle di Susa, dove il nostro collettivo ha fatto la sua prima uscita tre anni fa. Vogliamo chiamare a raccolta i nostri “compagni di scarpinate” – il rinato sciame apeino, il CAZ – e chi abbiamo incrociato, anche solo virtualmente, in questi anni. Il campo base sarà offerto dalle/dai compagn* dello spazio sociale VisRabbia di Avigliana, dal 2 al 4 di giugno 2017.

Questi tre giorni di festa per noi non hanno prezzo, ma hanno un costo. Chiediamo aiuto a chi segue il nostro blog, a chi vorrà unirsi alla nostra banda disparata, a chi vuole dar vita con noi alla festa. Chiediamo di contribuire con del vil denaro per sostenere le spese organizzative. Le vostre donazioni andranno a coprire i costi tecnici, i rimborsi per gli artisti e gli scrittori che inviteremo e permetteranno a tutte e tutti, scarponi ai piedi e zaino in spalla, di incontrarsi, raccontarsi e, almeno per alcuni giorni, camminare fianco a fianco.

tutte le info: http://www.alpinismomolotov.org/