top — 17 maggio 2012 at 20:13

Arriva un treno carico di…. 18 maggio dalle 16 bandiere notav a Susa

Facciamoci sentire domani a Susa per ricordare a tutti che la Valle non è in vendita né per quattro soldi, né per il loro modello di sviluppo che li fa arricchire sulla nostra pelle tagliando selvaggiamente pensioni, sanità, scuola, ricerca e tutto lo stato sociale.

L’incontro si svolgerà a Susa il 18 maggio p.v. alle ore 16.00 presso il Salone del Seminario, Piazza Savoia 2, PORTIAMO LE BANDIERE NOTAV

Leggete l’arroganza della lettera allegata. Andiamo anche per aiutare i nostri sindaci a tenere la barra dritta in questo momento.

 

Gentile Sindaco,

l’incontro del 2/4 us a Torino promosso dal Coordinamento regionale delle Associazioni imprenditoriali e delle Organizzazioni sindacali ha coinvolto un numero significativo di Sindaci dall’Alta e Bassa Valla di Susa, oltre che della Val Sangone e dell’area Metropolitana Torinese. Obiettivo dell’incontro era quello di presentare ai Sindaci l’iniziativa delle Parti Sociali, con la collaborazione del Politecnico e di SITI, per capire il grado di interesse suscitato e la disponibilità a collaborare alla delicata fase di raccolta degli interessi e dei fabbisogni del territorio.

Il dibattito è stato di grande interesse e seppure con posizioni differenti tra i diversi Comuni è emerso un generale incoraggiamento a proseguire nel progetto, individuando un metodo di lavoro trasparente e articolato nei contenuti e nell’approccio con le diverse comunità territoriali.

Cosa è emerso in particolare:

  • Apprezzamento per il concetto di nuovo modello di sviluppo per la Valle
  •  Invito alla collaborazione con le istituzioni
  •  Invito alla Trasparenza
  •  Necessità di stabilire una scala di Priorità
  • Alta e Bassa Val di Susa e Cintura di Torino non hanno le stesse esigenze di sviluppo

Necessaria chiarezza e affidabilità in tema di risorse