News — 4 novembre 2011 at 14:14

Tav senza antimafia

[beppegrillo.it] Nella manovra di Governo chi viene agevolato? Precari, disoccupati, piccole aziende, partite Iva? Assolutamente no, la priorità è sempre della Tav in Val di Susa (22 miliardi per un tunnel inutile). Infatti, “nel maxi emendamento sono previste agevolazioni fiscali sul project financing per le Grandi Opere e sui concessionari agendo sia sull’Ires che sull’Irap“.

Caro Beppe,
quando si parla di Grandi Opere sappiamo che le mafie sono sempre pronte, con largo anticipo. Poi sentiamo amministratori pubblici o ministri che ripetono che loro mettono sempre “massima attenzione” per impedire le infiltrazioni mafiose. Poi scopriamo che non è così… anzi… Proprio sulla questione TAV si scopre che delle “grandi attenzioni” non vi è traccia. Ogni “grande opera” ha un suo “cup” (codice unico di progetto)… ed ogni “grande opera” ha una “clausola antimafia”. Ma tanta “attenzione” ha condotto ad un pessimo errore, e si scopre che la “clausola antimafia” indicata in Gazzetta Ufficiale (non su Topolino) per la tratta Torino-Lione della TAV non esiste, così come non esiste il “cup” di quella tratta. Se si guardano le carte ufficiali (che abbiamo pubblicato) si scopre che il “cup” e la “clausola antimafia” non sono affatto per la “tratta Torino-Lione” ma per quella “Milano-Verona”. Non sono “dettagli” visto che le denunce che come Casa della Legalità abbiamo promosso, e ora vedono pesanti riscontri di inchieste, dicono che la ‘ndrangheta controlla buona parte delle cave adibite a discariche per inerti e terre o rocce da scavo, tra Liguria e Piemonte, così come ha costruito una sorta di monopolio nel movimento terra! La loro “massima attenzione” ci spaventa… e per questo noi continuiamo a porre la nostra di attenzione. La più potente “arma” contro le mafie è l’attenzione ed il rigetto da parte della comunità, prima ancora che i provvedimenti della magistratura. Se lo si comprende possiamo farcela!”. C.Abbondanza, S.Castiglion, E.D’Agostino

Tags