News — 26 ottobre 2012 at 21:16

Sulla caduta di Luca: i soccorsi immediati e lo stop ai lavori (#AntisecIta)

Dalla lettura dei leaks di Anonymous continuiamo a pubblicare un altro documento interessante tra quelli  sottratti con l’operazione #AntisecIta. Questo è il documento  “abba’ traliccio 27.2.012” contenuto nel Pack001/notav.

E’ la ricostruzione del  Primo Dirigente della Questura di Torino che diventerà la versione “ufficiale” per i media. Versione di comodo che attenua le responsabilità delle forze dell’ordine nei soccorsi e tenta di dare alle stesse un vestito nuovo, affermando che “(…)L’attività di ampliamento del cantiere interrotta per tutto il tempo dei soccorsi è ripresa immediatamente. “, mentre ci sono video chiarissimi che dimostrano l’esatto contrario, cioè che mentre il corpo di Luca era atterra, i mezzi di lavoro continuavano imperterriti nella loro di distruzione.

E ancora: tra la caduta di Luca e l’arrivo dell’ambulanza passa all’incirca un’ora, tempo un pò diverso dall’immediatamente dello scrivente!

“Verso le ore 08,28 dal lato a monte della baita è sopraggiunta velocemente una persone vestita di nero, successivamente identificata per ABBA’ Luca, che ha driblato il personale salendo velocemente sul traliccio: è doveroso precisare che lo scrivente ha colto la persona mentre già aveva iniziato a salire per metà il traliccio rimanendo colpito per l’agilità dell’azione. Tutta l’azione è durata pochissimi minuti ed è stato subito evidente la pericolosità del gesto della persona che già saliva oltre la metà del traliccio verso i fili elettrici.

[…]
Immediatamente lo scrivente ha inoltrato alla sala radio la richiesta di soccorso con medico e ambulanza e ha avuto assicurazione ripetendo poi la sollecitazione per la gravità. E’ giunto l’elicottero, ambulanza e personale medico che hanno prestato le prime cure; verso le ore 09,30 circa l’ambulanza con la persona si è diretta verso l’ elicottero e alle ore 09,47 circa è avvenuto il decollo.
Giungeva anche personale dell’ azienda elettrica IREN. Sul posto venivano svolte le prime attività di Polizia Giudiziaria dirette dai Magistrati inquirenti e il traliccio era posto sotto sequestro. L’attività di ampliamento del cantiere interrotta per tutto il tempo dei soccorsi è ripresa immediatamente.SCARICA IL DOC UFFICIALE: abba’ traliccio 27.2.012.doc