News — 8 settembre 2010 at 08:30

Mors tua vita mea

Antonio Ferrentino, ex presidente della Comunità Montana, oggisindaco di Sant’Antonino e consigliere provinciale, sul foglio informativo del comune,spiega con entusiasmo ai suoi concittadini il frutto del suo lavoro e dei suoi “validissimi tecnici” all’Osservatorio di Virano. Si vanta di aver salvato il paese dalla distruzione della stazione di interscambio (da lui fortemente voluta per “ricucire il territorio”) della N.L.T.L. (nuova linea Torino Lione) prevista sotto la stazione dell’attuale linea storica.
Omette però che la distruzione è stata semplicemente spostata a Chiusa San Michele coinvolgendo anche pesantemente Vaie e Sant’Ambrogio. Nella più classica mossa dello scaricabarile, i cittadini di  Chiusa, Vaie, Sant’Ambrogio non godranno dei meriti del sindaco e dei suoi tecnici.
Lasciamo stare il passato che ormai è storia su chi ha fatto cosa e via discorrendo, oggi la mossa che qui si mette per iscritto su carta patinata, è quanto di più desolonte ci possa essere in questa vicenda, il titolo giusto dovrebbe essere: Mors tua vita mea.