News — 5 marzo 2010 at 15:12

le studiano tutte…

la Questura questa mattina con tanto di conferenza stampa e foto ha dichiarato alla fine della fiaccolata di ieri di essere stata vittima di un’aggressione, «aggrediti con lancio di bengala e di pietre pesanti anche mezzo chilo», 80 persone, prevalentemente dei movimenti anarchici e autonomi, è tornata sui passi percorsi dal corteo e ha avvicinato le forze dell’ordine, effettuando un fitto lancio di bengala e di pietre pesanti anche mezzo chilo (che sono state respinte dagli scudi) e utilizzando puntatori laser di colore verde per accecare gli uomini in servizio. Sulla strada sono stati lanciati chiodi a tre punte che hanno forato gli pneumatici di tre veicoli dei carabinieri e tre veicoli del corpo forestale. Alcuni chiodi sono stati sequestrati. Nessun agente è rimasto ferito.

«La nostra presenza – dicono dai vertici della questura – è dovuta unicamente a tutelare gli operatori civili che lavorano nel cantiere. Ci siamo trovati a subire un’aggressione da parte di gruppi di professionisti che sono soliti effettuare manovre di questo genere. Continueremo a fare il nostro lavoro come abbiamo sempre fatto senza reagire alle provocazioni». (il corsivo da La Stampa)

Dall’inizio dei sondaggi, la questura ci ha abituato, tramite l’Ansa sopratutto, a diramare comunicati stampa dove denunciano e lamentano aggressioni su aggressioni; la maggioranza delle volte sembra veder scritte le parole che i funzionari della polizia dicono in piazza. Ora documentano anche…a differenza della notte di Coldimosso, dove non hanno mostrato alcun video. Come mai?

DA RADIONDADURTO_ NO TAV: MOVIMENTO SMENTISCE QUESTURA SU PRESUNTA AGGRESSIONE
Per cercare di screditare il movimento popolare di lotta contro l’alta velocità in valle poco fa la Questura di Torino ha diffuso un comunicato nel quale afferma che le forze di polizia messe a guardia della trivella di Buttigliera Alta avrebbero subito una aggressione poco dopo il termine della fiaccolata No-Tav da parte di un gruppo di circa 80 persone, che secondo la velina sarebbero elementi di movimenti anarchici e autonomi che avrebbero effettuato un fitto lancio di bengala e di pietre e chiodi a tre punte che hanno forato gli pneumatici di tre veicoli dei carabinieri e tre veicoli del corpo forestale. Per comprendere il carattere strumentale delle affermazioni della polizia basta sottolineare come la stessa questura di Torino ha ammesso che nessun agente e’ rimasto ferito nella presunta aggressione. Abbiamo chiesto un commento su quanto diffuso anche a Lele Rizzo, No Tav Valle di Susa.
[Scarica il contributo audio, durata: 1 min.]

  • tg3 regionale delle 14