News — 22 settembre 2011 at 15:49

LE COLPE DEI PADRI NON DEVONO RICADERE SUI FIGLI… MA SE I FIGLI SONO…

DOPO QUESTE RIGHE CHIEDIAMO QUANTOMENO LE SCUSE PUBBLICHE A CHI NEI CAMPI DI CONCENTRAMENTO E SULLE NOSTRE MONTAGNE HA PERSO LA VITA PER COMBATTERE IL FASCISMO E IL NAZISMO DA PARTE DI CHI OGGI SI AUTOELEGGE A GARANTE DELLA LEGALITA’

Apprendiamo oggi dai quotidiani nazionali LaStampa e Repubblica nelle loro pagine dedicate alle cronache locali che il sindaco di Chiomonte Pinard e un noto imprenditore legato agli affari tav Torino Lione si lamentano di un pesante clima di minacce nelle scuole frequentate dai loro figli ad opera di studenti no tav. Innanzitutto la cronaca della giornata di ieri mercoledì 21 settembre e pubblicata dal nostro sito racconta tutt’altro ed è tratta da una dura intervista rilasciata da un docente dell’istituto in questione (Des Ambroix di Oulx) scandalizzato dall’intervento immotivato e provocatorio della forza pubblica nell’istituto in cui presta servizio e nel quale alcuni studenti hanno discusso, distribuito volantini e informato, cosa questa, legittima e degna di nota. A questo punto però, dagli articoli apparsi esce un’immagine di questi figli come fossero vittime e perseguitati, cosa non vera e che gli studenti delle scuole smentiscono segnalando alcune interessanti immagini apparse sul profilo facebook del figlio del sindaco alcuni mesi fa. Ecco allora cosa pensano e cosa fanno  queste fantomatiche vittime. Le colpe dei padri è vero, non devono ricadere sui figli ma i genitori non dovrebbero neanche usarli come scusa per le loro faccende politico-economiche, soprattutto se poi i figli non sono molto più furbi di loro. Le immagini di seguito riportate sono pubbliche e derivano da un profilo ma abbiamo scelto di oscurare volti e nomi per non aggravare la già difficile e ridicola  situazione.

Di seguito poi riportiamo alcune sconcertanti frasi e commenti apparsi sempre sul profilo del giovane figlio del sindaco che ricordano molto la gioventù paterna e le vicende legate ai campi paramilitari degli anni 70 per i quali era stao indagato e posto in stato di arresto.

un’amica scrive: “come hai appena detto tu siamo pochi ma importanti!!! voi invece siete tanti come gli ebrei” il giovane Pinard risponde “Non esageriamo noi siamo come SS tanti e buoni…. voi siete come gli ebrei GG…. Poki” l’amica risponde “Ma fanculo!!!! detto col cuore!!!! figlio del sindaco!!!!

Nel suo orientamento politico poi si definisce fascista e tra le persone che lo ispirano scrive Benito Mussolini. Anche qui le immagini delle pagine web in questione abbiamo scelto di non pubblicarle in quanto piene di nomi e fotografie anche se di domino pubblico e ironia di molti giovani sul web.

Di seguito invece riproponiamo la video intervista ad un giovane studente di Susa minacciato dall’altro protagonista delle pagine dei quotidiani di oggi, il figlio del “noto imprenditore”. Anche qui il padre minaccia di ritirarlo dall’istituto Des Ambroix di Oulx dopo il volantinaggio di ieri e utilizza il figlio come scusa per dare un altro colpettino ai no tav.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=G7WJifBNQ0s[/youtube]