post — 6 ottobre 2014 at 21:30

Se Virano contraddice Ltf (che contraddice i suoi bandi di gara)

pointingfingerda Spinta dal Bass – Il dossier pubblicato la scorsa settimana dal movimento no tav ha creato un certo scompiglio fra i fautori dell’opera. L’argomentazione del movimento è molto semplice: l’Europa ha stanziato fondi per lavori che devono essere terminati entro il 31 dicembre 2015. Da mesi il commissario di governo Virano e il ministro Lupi vanno ripetendo che i lavori per il tunnel geognostico della Maddalena termineranno entro il 2015. A giugno di quest’anno Ltf pubblica un bando di gara in cui viene indicato come data in cui verrà finito lo scavo del tunnel geognostico della Maddalena il 31 dicembre 2016.

Tutto molto lineare.

E come hanno risposto Virano e Ltf? Partiamo dai fondi europei. Virano in una dichiarazione apparsa su La Stampa dice “Non c’è nessun finanziamento da perdere semplicemente perchè l’Europa non ha stabilito alcun termine per la fine dei lavori”. Prova a mescolare le carte. Non ci stupisce, è nel personaggio. Proviamo a fare chiarezza: l’Europa ha stabilito un termine, il 31 dicembre 2015, per i lavori finanziabili, vale a dire che ha finanziato solo i lavori terminabili entro quella data. Virano lo sa bene, conosce le parole del coordinatore Brinkhorst: “La Commissione ha pertanto adottato nel marzo 2013 una decisione di finanziamento modificata che prevede stanziamenti a favore delle attività che potranno essere effettivamente ultimate entro la fine del 2015” . E conosce anche questa tabella, contenuta nella decisione C(2013) 1376 della Commissione Europea, che tante ore di sonno gli ha tolto:

Fig 1

Così come conosce l’articolo II.2 di tale decisione che al paragrefo 1 riporta il periodo d’attuazione:

Fig 1.1

La risposta di Ltf alla questione dei finanziamenti è di tenore completamente diverso e contraddice le parole di Virano. Dichiara il direttore generale di Ltf Bufalini a Il Sole 24 Ore: “anche dovessero essere stornati i fondi il meccanismo di finanziamento dell’Europa prevede che ciò che viene decurtato prima, sia recuperato nel periodo successivo”. A parte che il meccanismo non funziona esattamente in questo modo perchè altrimenti ognuno farebbe un po’ quello che gli pare e le scadenze non servirebbero a nulla, ma le sue parole sono in netto contrasto con quelle di Virano che sosteneva che non c’è nessun fondo a rischio. Come la mettiamo?

Ancora più interessante il tema della scadenza al 2015 o 2016. Dice Virano che quella del 2015 “è una previsione fatta da Ltf sulla base dell’anticipo dell’inizio dei lavori e del ritmo di avanzamento”. Insomma, scarica le responsabilità sulla Lyon Turin Ferroviaire.

E il bando di gara di Ltf in cui la fine è prevista nel 2016? Vorra mica farci intendere Virano che non conosce quel bando? Sarebbe doppiamente grave, Virano viene lautamente pagato per il suo ruolo, come commissario di Governo ha guadagnato da agosto 2006 ad oggi un milione e quattrocentomila euro (1.400.000€!), il minimo che ci potremmo aspettare è che legga i documenti come facciamo noi e che sappia di cosa parla quando dichiara, come ha fatto meno di un mese fa riferendosi agli scavi del tunnel geognostico, “è confermata la previsione di terminarli entro il 2015”. Scaricare la colpa su Ltf non lo smuove di un millimetro dalle sue responsabilità e la conclusione di questa vicenda dovrebbe essere una soltanto: dimissioni.

E Ltf cosa dice della scadenza del 2015? “Nel bando abbiamo indicato una scadenza più lunga, tenuto conto che finito il grosso del lavoro, restano sempre le sistemazioni.” Come a dire, abbiamo scritto che finiremo lo scavo a dicembre 2016, ma in realtà lo scavo finirà nel 2015 e poi il 2016 servirà per altri lavori di “sistemazione”. Saremmo curiosi di sapere cosa pensano di questa “interpretazione” del bando le aziende che hanno perso l’appalto, dato che nel bando c’è scritto che il monitoraggio è da svolgere “en cours d’excavation” e non in fase di “sistemazione”. Ma in ogni caso la giustificazione di Ltf non regge, perchè poche righe prima del termine lavori al 2016 scrivono che il punto chilometrico 5.700 é attualmente (a giugno 2014) previsto di essere raggiunto a Luglio 2016!

Fig 2

Insomma, non se ne esce in nessun modo, questa è una gran brutta storia per Ltf, Virano e Lupi. Noi non possiamo che continuare a chiedere le dimissioni di questi personaggi.