post — 9 maggio 2013 at 14:21

Nessuno può fermare Giacu e i Folletti della Clarea.

giacuE in questa notte , per la prima volta tiepida , non ci sono occhi elettronici che tengano.
I Folletti , che conoscono , sentieri, passaggi, anfratti del bosco , prendono di sorpresa gli omini blu e , prima di svegliarli dal loro inaccettabile “sonno in servizio” , guardano e riguardano quel buco osceno che è l’intero cantiere.
Giacu è su di giri. ” Andua sun gli operai ? Andua a travaiu? A iè niente! Falabrac ! “
E già si lancia verso le reti , gridando “ Sveglia!”
Ed in effetti il “cantiere” è totalmente deserto. Pochi i soldatini , nessun operaio.
Giacu strabuzza gli occhi : “ Ma chi a l’era ca duvia travaiè 24 ore su 24???”.
Eccoli , eccoli, gli omini vestiti di arancio. Mezzi assonnati e alquanto traballanti , si affrettano su ruspe e ruspette.
Ma i Folletti hanno già visto quello che dovevano vedere.
Giacu s’infila sghignazzando nel bosco. I Folletti tornano a valle.
Gli omini vestiti d’arancio possono tornare a dormire…..