post — 15 aprile 2012 at 15:06

Monti, c’è posta per te!

Comunicato stampa da Ascoltateli – Torino – 14 aprile 2012

Cittadini, associazioni e gruppi politici riuniti sotto la sigla ASCOLTATELI! hanno inviato ieri 13 aprile 2012, tramite lettera raccomandata, la seguente lettera al  Prof. Mario MONTI (Presidenza del Consiglio) e al Dott. Corrado PASSERA (Ministero Sviluppo Economico) per richiedere l’avvio del dialogo sul Tav.

Torino, 13 aprile 2012

Mittente: Centro Studi Sereno Regis – Via Garibaldi, 13 – 10122 Torino

Alla c.a.
Prof. Mario MONTI
Presidenza del Consiglio

Dott. Corrado PASSERA
Ministero Sviluppo Economico

e p.c.
Avv. Roberto COTA e Consiglio Regionale Piemonte

Dott. Antonio SAITTA e Consiglio Provinciale di Torino

Dott. Piero FASSINO e Consiglio Comunale di Torino

Egr. Prof. Monti,
Da più di 20 anni è in corso di elaborazione il progetto di una nuova linea di collegamento ferroviario fra Torino e Lione, parte di quello che inizialmente era definito Corridoio 5 (Lisbona-Kiev), poi divenuto Progetto Prioritario 61 (Lione-Budapest-frontiera Ucraina).
Il controverso iter progettuale ha portato a un’ipotesi operativa, il cosiddetto progetto Low Cost, passato dalla fase di studio preliminare a quella di studio definitivo a fine gennaio 2012, in seguito alla stipula dell’accordo di principio dei governi francese e italiano, in data 30 gennaio 2012 (2)(3).
Alcuni aspetti tecnici di quest’ultima versione progettuale, e in particolare l’analisi economica e la valutazione d’impatto ambientale, hanno destato delle preoccupazioni in un consistente gruppo di tecnici, esperti universitari di economia dei trasporti, logistica e impatto ambientale, che Le hanno trasmesso in data 9 febbraio 2012 una richiesta di ripensamento del progetto della nuova linea ferroviaria e di incontro per analizzare costruttivamente questi nodi progettuali (4).
Rimasta senza seguito, il suddetto gruppo di tecnici ha letto con attenzione il documento prodotto dal Governo italiano ‘TAV Torino Lione: domande e risposte (5), non trovandovi purtroppo le risposte quantitative e circostanziate che ci si potrebbe attendere nelle fasi progettuali di opere di tale importanza.
Il gruppo tecnico ha allora realizzato un’analisi dettagliata del documento del Governo italiano (cit.), presentata pubblicamente in data 29 marzo 2012 dalla Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone e a Lei trasmessa in data 28 marzo 2012, indicando in modo chiaro e con ampi riferimenti alla letteratura scientifica internazionale alcuni aspetti che permangono controversi (6).

Noi cittadini, associazioni e gruppi politici riuniti sotto la sigla ASCOLTATELI! , scelta proprio per caratterizzare il nostro obbiettivo, l’ascolto e il confronto delle motivazioni tecniche ed economiche riguardanti il progetto TAV Torino Lione, abbiamo seguito con attenzione l’evolversi di questo iter progettuale e, a partire dal 17 marzo, circa 200 fra di noi hanno deciso di sostenere questa richiesta tramite il digiuno che, per ognuno di noi, simboleggia la fame di verità oggettiva (tecnica, economica, sociale, ambientale) nella vertenza TAV, a tutt’oggi non ancora soddisfatta.

Oggi, giunti alla quarta settimana di digiuno, ci rivolgiamo a Lei per chiedere una risposta precisa e circostanziata ai vari punti sollevati dallo studio del gruppo tecnico della Comunità Montana Valle Susa (cit.): riteniamo che sia nel diritto di ogni singolo cittadino della Repubblica Italiana il poter comprendere in maniera chiara, esaustiva e circostanziata quali sono le motivazioni tecniche a supporto di un’opera di impatto economico, sociale, ambientale pari a quello della nuova linea ferroviaria Torino Lione.
Siamo certi che il Governo da Lei presieduto vorrà dare seguito a questa nostra richiesta per fugare i dubbi sollevati nel rapporto del gruppo tecnico e, così, rassicurare la cittadinanza italiana, proprio in un momento di così profonda difficoltà economica e sociale, nazionale e internazionale.

_________________

NOTE
(1) http://tentea.ec.europa.eu/en/ten-t_projects/30_priority_projects/priority_project_6/priority_project_6.htm
(2) http://www.eilmensile.it/wp-content/uploads/2012/03/TESTO-COMPLETO-ACCORDO-ITALIA-FRANCIA-30-01-2012.pdf
(3) http://www.transalpine.com/sites/default/files/documents/accord_franco_italien_site_30-01.pdf
(4) http://www.notav.eu/notav/Articoli/2012/02/Lettera%20al%20Presidente%20Mario%20Monti_9%20febbraio%202012.pdf
(5) http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/TAV/domande_risposte.pdf
(6) http://areeweb.polito.it/eventi/TAVSalute/ANALISI%20DOCUMENTO%20GOVERNO%2028.03.12.pdf
_________________

Primi firmatari dell’appello:
Diego Acampora, Edoardo Acotto, Anna Balbiano, Paola Balestra, Fabio Balocco, Dino Barrera, Rossana Becarelli, Vittorio Bertola, Guglielmo Bertolina, Fabrizio Biolé, Juri Bossuto, Dario Cambiano, Giulietto Chiesa, Murat Cinar, Laura Coppo, Turi Cordaro (Salvatore Vaccaro), Mariateresa Crosta, Michele Curto, Angelo D’Orsi, Tonino De Bernardi, Angela Dogliotti, Alessandra Ercole, Gigi Eusebi, Umberto Forno, Cristiana Gastaldo, Jelle Gerbrandy, Paolo Hutter, Tony Manigrasso, Brunello Mantelli, Beppe Marasso, Luisa Martini, Ugo Mattei, Luca Mercalli, Mariella Navale, Renata Novallet, Maurizio Pallante, Angela Nasso, Emanuele Negro, Viviana Patti, Gigi Richetto, Matteo Saccani, Giovanni Salio, Pietro Salizzoni, Paolo Salza, Susanna Schimperna, Javier Scordato, Claudio Serra, Gabriella Silvestrini, Martina Tarantola, Alessandra Terni, Alessandro Valente, Gianni Vattimo, Guido Viale, Isabella Zanotti, Massimo Zucchetti.

Centro Studi Sereno Regis, Cattolici per la vita della Valle, Comune di Villarfocchiardo: Emilio Stefano Chiaberto (Sindaco), Michele Giacosa, Valentina Cancelli, Eugenio Di Gaetano, Leonardo Maria Reyneri (assessori), Guido Fissore, Paolo Miletto, Mauro Rubella, Francesca Chilà, Claudette Raimonde Brunjail, Massimiliano Ventre (consiglieri), Sinistra Ecologia e Libertà Torino, Movimento 5 Stelle Torino, Rifondazione Comunista Torino, Partito Umanista, Gli Altri, Alternativa Politica, Associazione Lab2031, Glob011, Associazione Piemonte Movie, Movimento di politica spirituale Coscienza Comune.

Seguono firmatari: http://ascoltateli.org/firma-l-appello.html