post — 17 febbraio 2016 at 10:31

LA CULTURA CHE SPAVENTA GLI IGNORANTI

vandalismo-opificio-musicaleLa sera di Domenica 14 Febbraio, alcuni musicisti dell’Opificio Musicale si trovavano a San Giorio di Susa, ospiti del comune per una serata appartenente alla rassegna “Chantar l’Uvern”.
Mentre all’interno del salone polivalente si svolgevano il concerto e le danze, uno o più ignoti delinquenti hanno vandalizzato il furgone dell’Opificio Musicale, ben riconoscibile, squarciando tutte e quattro le gomme con una lama larga almeno 4 centimetri. Come noi, le autorità e le forze dell’ordine interpellate sono tutte concordi nel pensare ad un atto mirato e vendicatorio verso l’Opificio Musicale, essendo il nostro furgone, ben parcheggiato davanti al polivalente fra un’altra trentina di macchine, l’unico vandalizzato.
Pur non potendo fare accuse di nessun tipo, i possibili mandanti o diretti autori di tale gesto, che sa di intimidazione di stampo mafioso, sono a nostro avviso ristretti entro due o tre ipotesi.
C’erano meno di cento avventori alla bella serata danzante, tutti abituè dei nostri concerti e più o meno ci conoscevamo tutti. Stiamo raccogliendo tutte le testimonianze dato che in un simile contesto qualche faccia mai vista può avere colpito qualcuno. Preghiamo tutti i presenti che non siamo riusciti ancora a contattare di farci avere qualunque informazione, anche piccola, a riguardo.
Il fatto è stato denunciato alle forze dell’ordine e si sta procedendo ad un’indagine sui fatti.
L’Opificio Musicale ogni anno si impegna con tutte le forze a migliorare la nostra comunità dando la possibilità a chiunque, privati cittadini e scuole pubbliche, di poter accedere all’istruzione musicale attraverso il generoso lavoro volontario di bravissimi professori di musica.
Fin dalle scuole d’infanzia insegnamo ai bimbi, oltre che il linguaggio musicale, le danze e i canti tradizionali nei vari patois.
Non lavoriamo negli appalti, non facciamo politica, nè commercio o industria: distribuiamo con dedizione e passione cultura e conoscenza.
E allora deve essere la cultura che infastidisce qualcuno, che promuove in qualche essere umano, nemmeno paragonabile alle povere bestie, così tanta paura e invidia, da arrivare ad un gesto tanto inutile quanto codardo ed ignobile.
Vorremo dunque lanciare un appello a tutta la comunità allargandola anche a persone e realtà lontane e sconosciute, ovunque riesca ad arrivare questo messaggio.
Scrivete sulla nostra pagina facebook (facebook/opificiomusicale) o alla nostra email (info@opificiomusicale.org) un messaggio di solidarietà, anche solo mettendo il “mi piace” sulla pagina se non volete scrivere.
In questo modo lanceremo un messaggio a chi crede di poter intimorire e isolare con gesti prepotenti e meschini: noi che crediamo nella conoscenza e nella solidarietà siamo una moltitudine e gli emarginati confinati nell’ignoranza siete voi.
Vorremmo vedere questo appello fare il giro della rete, virale ed incontrollabile, magari portando forza e beneficio a tutte le persone che hanno subito o subiscono gesti come questo.
Ci piacerebbe ricevere il conforto delle amministrazioni, associazioni, movimenti ed enti attraverso comunicati pubblici, non per sentirci forti, ma per sentire forte la comunità nella quale operiamo e attraverso questa forza far tremare e scoraggiare questi vandali malavitosi.
Diffondete senza risparmio e fateci sentire il vostro appoggio,ne abbiamo bisogno.
Organizzeremo qualche evento per cercare di ripagare il danno economico ringraziando chi ha prontamente avanzato proposte e disponibilità, ma ciò che più importa adesso è il bisogno di dimostrare a questi delinquentelli che non abbiamo abbassato la testa e non siamo soli.
Se ieri credevamo nella nostra missione di portare musica e cultura alla comunità, dopo questi fatti, ci crediamo ancora di più, perchè se ci sono tra noi ancora persone capaci di tali gesti il nostro lavoro e maggiormente necessario. 
OPIFICIO MUSICALE – Borgata Meitre 2 – Tel. +39 328 7529190
10053 BUSSOLENO (TO) – WEB: www.opificiomusicale.org