post — 29 novembre 2011 at 09:54

ETINOMIA “POTEVA NASCERE SOLO QUI IN QUESTA VALLE RIBELLE E BELLA”

Venerdì 25 novembre la sala consiliare di Bussoleno era strapiena, tanto da rendere necessario l’installazione di un altoparlante esterno per chi non poteva più accedervi. Il motivo era di quelli storici. Centosessanta imprenditori notav, artigiani, agricoltori, commercianti, operatori turistici sono convenuti per la presentazione ufficiale della associazione “ETINOMIA”, che cerca di coniugare etica ed economia, valorizzando il nostro territorio e costruendo opportunità concrete di lavoro, producendo per persone intelligenti occasioni di qualità. Bellissimo anche il logo: una coccinella che ha come ali due bilance. Claudio, uno dei relatori, ha spiegato che su un piatto ci sta l’economia, il guadagno che si deve avere per procedere positivamente, sull’altro piatto invece ci stanno i valori e la qualità dell’etica, che come imprenditori privilegiano, e che, rispetto all’altro, dovrebbe sempre essere più pesante. Hanno spiegato bene che finora l’economia ufficiale, che ci ha portato a questa deriva sociale ed economico-politica, ha sempre impostato tutto sulla base della competizione esasperata e della guerra di tutti contro tutti. Invece “ETINOMIA” punta alle sinergie positive tra imprenditori e alla relazione virtuosa rispetto al territorio, all’ambiente che si intende valorizzare e non distruggere. Per questo apriranno su internet un portale informatico e molte adesioni stanno aggiungendosi da ogni parte d’Italia; da fuori della Valle ci chiedono come abbiamo fatto e come intendiamo procedere. Questa iniziativa ha le sue radici, anche lei, nella “Libera Repubblica della Maddalena”, perché fu proprio in quei giorni di giugno a Chiomonte, sui terreni della Comunità montana, a fianco del piazzale, che si iniziò a discutere e a raccogliere le prime adesioni. Ed è significativo che venerdì sera il Presidente della Comunità Montana ing.Plano e la sua giunta abbiano portato un contributo non formale di sostegno. Totalmente assenti invece gli amministratori attuali di Bussoleno. Strano, perché quando c’è da tagliare un nastro o da presenziare a svariate cerimonie, a volte discutibili, non mancano mai! E’ stato rilevato, nelle molteplici riunioni preparatorie, che se c’era un posto dove poteva nascere una iniziativa del genere, questo poteva essere solo qui, in questa Valle, “ribelle e bella”.

Bussoleno, 28 novembre 2011 Maria Chirio