post — 8 maggio 2013 at 20:16

Chi devasta, se l’aspetti.

dedvastazionetratto da Infoaut.org – Ieri notte anonimi hanno fatto un po’ di paura a chi persevera nell’intento di devastare la Val Clarea. Un mezzo della ditta Martina Service che opera all’interno del cantiere dell’alta Velocità è stato danneggiato e il devastatore che ne era alla guida lamenta alcune escoriazioni e un po’ di paura.

Il solido codazzo di sindacalisti e politicanti schifosi non ha perso tempo nel rilasciare dichiarazioni roboanti e di condanna, dando continuità al teatrino bipartisan.

Ciò che è successo non è nulla di straordinario, semplicemente il continuare a mettere in pratica il boicottaggio attivo del cantiere poichè la campagna “c’è lavoro e lavoro” non è un vuoto slogan, ma un obiettivo che va praticato ogni qualvolta se ne presenti l’occasione.

Ognuno si deve assumere le proprie responsabilità: chi devasta la Valle non può pensare di farlo in maniera indisturbata, come se fosse un lavoro come tanti altri.

In gioco ci sono il futuro di una valle intera, delle persone che la abitano e che hanno deciso molti anni fa di difenderla.

In vista di un’estate di lotta che sta per cominciare, siamo sicuri che ci saranno altre occasioni per continuare l’opera di boicottaggio attivo.

A sarà dura!