post — 18 maggio 2014 at 12:06

Basilico elettorale, porta male atensiun!

att

Lo stimolo è soppraggiunto dopo aver osservato Ferrentino distribuire piantine di basilico in uno degli appuntamenti per la sua campagna elettorale e non si tratta di facile ironia, bensì di uno studio che alcuni lettori del sito hanno fatto sulla pianta del Basilico.

Preoccupati dai risultati della ricerca hanno deciso di condividerli con noi, lanciando quindi un monito a chi dovesse incappare di nuovo in tali iniziative…occhio al basilico!

Nel linguaggio dei fiori assume un siniificato insolitamente negativo, infatti rappresenta l’odio.
Tra gli antichi egizi e i greci, il basilico conservò una simbologia legata alla morte, ritenuto di buon auspicio per l’aldilà e usato, quindi, per le imbalsamature. I cinesi e gli arabi ne conoscevano le proprietà medicinali, e i crociati ne riempivano le navi per cacciare insetti e cattivi odori.
Tra gli antichi Greci e Romani, il basilico non era preso in buona considerazione: simbolo diabolico, di sfortuna e di odio, Plinio il Vecchio attribuisce alla pianta capacità di generare stati di torpore e pazzia; secondo Crisippo poteva essere dannoso per lo stomaco e per il fegato. Gli antichi romani lo associarono alla figura mitologica del Basilisco, una creatura a forma di serpente in grado di uccidere con lo sguardo.
http://www.significatodeifiori.com/basilico

Alla luce degli eventi recenti e passati, questa piantina distribuita da Ferrentino assume anche per i valsusini, come per i greci, i romani e gli antichi egizi, un significato molto negativo, quindi atensiun!

ODIO PER I NO TAV

MORTE DELLA VALLLE

SFORTUNA PER LA LISTA

TORPORE DELLA CAPACITA’ DI CAPIRE

PAZZIA DI VOLER FARE COSE INUTILI E DEVASTANTI

CON UNO SGUARDO UCCIDERE E ANNIENTARE LA VITA DELLA VALLE E DEI SUOI ABITANTI