post — 21 aprile 2015 at 14:52

Barcellona, presidio davanti al consolato italiano

Riceviamo e pubblichiamo – Ieri, 20 aprile 2015, abbiamo cantato e gridato con tutta la nostra forza, siamo con voi,
vi mando alcuni video, spero di mandarvi presto anche alcune foto, non eravamo molto ben organizzati con le telecamere,
dal coro di Micene arriverà anche un contributo di 175 euro. In questi giorni fantastici passati con loro, abbiamo fatto pranzi e cene, quello che rimaneva in più sarebbe stato diviso per la causa No Tav e per la liberazione di Leonard Peltier, così è stato.
In questi giorni ci sono stati molto vicini il collettivo degli Iaioflautas, “figli” del 15M degli indignados, vecchietti e vecchiette combattivissime,
sono “entrate” nella lotta per la val di Susa, e hanno adottato il coro di Micene
a fine presidio con grande emozione abbiamo salutato il coro di Micene che andava in aereoporto, per quello vedete valige e zaini davanti allo striscione, e ci siamo detti: PORTEREMO GLI IAIOFLAUTAS IN VAL DI SUSA, erano entusiasti al’idea, prima o poi, ve lo promettiamo, lo faremo,
un abbraccio più forte che mai,
da Barcellona, dai No Tav oltralpe, e oltre pireneo…

NO TAV 1_2015