post — 19 febbraio 2013 at 11:03

23/2 Torino: La città deve sapere

LA CITTA’ DEVE SAPERE!!!

Sabato 23 febbraio dalle ore 9 al Cinema Massimo – Via Verdi, 18 – Torino

Tagliano i servizi, i fondi alla sanità, chiudono gli ospedali e non trovano i soldi per mettere in sicurezza le scuole, condannano alla disoccupazione e al precariato a vita intere generazioni, taglieggiano con tasse ingiuste le famiglie, ma destinano miliardi all’acquisto dei bombardieri
F35, ingannano l’Europa e incrementano il nostro debito pubblico finanziando per fasi il TAV!
Cittadino: questa truffa ti riguarda!
– Quanto costa un’opera inutile e devastante come il TAV?
– Come nasce un cantiere illegale, circondato di filo spinato, imposto con la forza fino all’impiego delle armi chimiche proibite dalle Convenzioni internazionali?
– Come vengono ignorate le molteplici denunce di cittadini e associazioni, impegnati da oltre venti anni a resistere per la difesa della salute, dell’ambiente, del lavoro?
– Perché si vorrebbe imporre alla Valle di Susa una nuova linea, quando la ferrovia internazionale esiste già, è stata di recente ammodernata ed è utilizzata a meno del 30% delle sue potenzialità?
– Chi sono i proponenti, le ditte implicate in fallimenti e appalti? A chi giova e come viene finanziata la più grande truffa di questi ultimi trent’anni?

Il Movimento No Tav ti invita
sabato 23 febbraio 2013, DALLE ORE 9,30 ALLE 12,30
all’INCONTRO DI INFORMAZIONE E DIBATTITO
al cinema MASSIMO a TORINO
sul tema:
LA GRANDE TRUFFA DELL’ALTA VELOCITA’
Interverranno:
– i magistrati LIVIO PEPINO e FERDINANDO IMPOSIMATO;
– TIZIANO CARDOSI del Comitato No tunnel Tav di Firenze;
– ALBERTO PERINO ed altri esponenti del Movimento No Tav

LA LOTTA CONTRO IL TAV NON E’ UNA QUESTIONE DI ORDINE PUBBLICO;
E’ UNA GRANDE BATTAGLIA DI CIVILTA’ PER LA DIFESA DELLA TERRA E DELLE RISORSE NATURALI, UMANE E CULTURALI NOSTRE E DELLE FUTURE GENERAZIONI!
E’ UN IMPEGNO CIVILE CHE RIGUARDA TUTTI, PER LA DIFESA DELLA DEMOCRAZIA, VIOLATA IN VALLE DI SUSA DALLA MILITARIZZAZIONE DEL TERRITORIO E DALLA SOSPENSIONE DELLE GARANZIE COSTITUZIONALI!
Il Movimento No Tav