movimento, post — 1 dicembre 2012 at 14:15

NIENTE BENEDIZIONE PER IL CANTIERE DI CHIOMONTE

Una messa scomoda quella che la CMC di ravenna chiede di celebrare in occasione di santa Barbara (patrono dei minatori) al cantiere di Chiomonte. Ad oggi nessun parroco della valle di susa ha dato la sua disponibilità mandando su tutte le furie operai e patron dell’alta velocità. E così nel mare di menzogne e cartaccia che ci circola sul tema alta velocità Torino Lione, proprio con un pulman di no tav bloccati alla frontiera arriva questa notizia. Non ci stupiremo certo se il vescovo di Susa in persona o addirittura il cardinale di Torino porranno rimedio al fattaccio ma questa situazione è e rimane un segno dei tempi e un segno del movimento. Strano vero? Ma non era tutto risolto, tutto sistemato, le proteste sedate e i violenti in carcere? I no tav non erano per caso una minoranza fuori dal tempo e dallo spazio? Con una bella stretta di mano e tante foto ci penseranno lunedì Monti e Hollande a tirare su il morale dei devastatori imprigionati dalle recinzioni di Chiomonte. Però per ora niente benedizione, per quello che vale anche questi sono segnali ed anche queste piccole soddisfazioni.