movimento — 23 giugno 2010 at 11:09

le iniziative al presidio di S.Antonino

Presidio NO TAV

le iniziative del presidio:

sabato 26/06 grande torneo di calciobalilla no tav: AUTOFINANZIAMOCI GIOCANDO!!!Le iscrizioni (5 a squadra) saranno aperte da martedì 22 giugno fino alle 14.00 di sabato 26 giugno presso il presidio. Partecipate numerosi!!!

Ricchi premi a sorpresa per i vincitori!!!…e in più…MUSICA, BIRRA, PANINI e soprattutto… TANTO DIVERTIMENTO!!!Info: 3661071866

Domenica 27/06: Grande cena dei comitati, si festeggiano i 5 mesi di presidio: si inizia alle 20.00, ogni comitato porti qualcosa da mangiare e da bere e ogni persona possibilmente venga munito di piatto, bicchiere e posate così si evita la plastica.

Mercoledì 30/06 ore 21.00 Presentazione del libro “Il sentiero degli Dei” dei Wu ming. Saranno presenti gli autori da Bologna a presentare un libro che ci riguarda da vicino: con la TAV da Bologna a Firenze a 120 km all’ora in 37 minuti. A piedi da piazza Maggiore a piazza della Signoria a 5 km all’ora in 5 giorni. L’ idea è di scavalcare a piedi l’Appennino, per scoprire il mondo che i nuovi treni attraverseranno in galleria, senza potergli dedicare nemmeno uno sguardo. Come uno strano detective alla rovescia, ci si mette in strada per scoprire non il colpevole, ma le vittime di un delitto annunciato. Cosa ci si perde, a guadagnare venti minuti di tempo nel percorso tra due città? DA NON PERDERE! Per maggiori dettagli: http://www.wumingfoundation.com/giap/

Domenica 04/07 ore 1830 in avanti: in occasione della commemorazione sulla ressitenza del Colle del Lys il comitato no tav di Pinerolo presenta la mostra sulla resistenza nel Pinerolese : verranno installati pannelli con foto storiche e racconti, a seguire merenda sinoira e proiezione video a cura di “SemprePartigiani”.

Domenica 11/07/2010 Concerto dei Dialcaloiz (Rock)

Venerdì 16/07: concerto dei BarPigs (Rock)

Sabato 31/07/10 dal pomeriggio esposizione delle opere del pittore Trucano e a seguire concerto dei RosenKranz (cover cantautori Italiani anni 60-70).

Partecipate e fate partecipare: il presidi devono vivere perché sono l’ossigeno della nostra lotta!