movimento, post — 12 settembre 2012 at 19:20

Incontro nazionale Emergency a L’Aquila: contestazioni al magistrato Giancarlo Caselli

da 3.32.com

Si è concluso da poco l’incontro nazionale che Emergency ha tenuto a L’Aquila.

Giovedì 6 Settembre abbiamo deciso di contestare uno dei tanti ospiti che emergency ha chiamato: il magistrato Giancarlo Caselli
Lo abbiamo fatto con rispetto verso emergency organizzatrice dell’evento. Ma lo abbiamo fatto perché era giusto e sacrosanto.
Di fronte ad una platea “di sinistra” mentre il magistrato parlava di democrazia,  mafia e anti-mafia abbiamo deciso di rompere l’omertà presente in sala e far esplodere una contraddizione troppo evidente da non poter esser notata dagli stessi organizzatori.
Perché Caselli si pone come eroe della democrazia e dell’antimafia e se la prende con i Notav. Eppure in Val di Susa è molto chiaro ed evidente che gli interessi mafiosi stanno nei mega-gruppi di affari che vogliono il tav e riciclano i soldi di mafia e ndrangheta, come dimostra l’inchiesta Minotauro della procura di Torino.
In Val di Susa c’è una chiara emergenza democratica che vede lo Stato aggredire brutalmente, militarmente un proprio territorio e i suoi cittadini, per costruire un’opera che devasta la terra e la vita di molti per i soli interessi di pochi.
Ma Caselli perseguita i Notav.