movimento — 19 febbraio 2012 at 22:11

Da Vanchiglia e Bussoleno, fermeremo questo treno!

Una splendida giornata. Piena di maschere, coriandoli, entusiasmo, arance, spettacoli, bambini, bandiere. Piena di allegria, e lotta.

Il pullman è arrivato davanti all’ Askatasuna alle 13 in punto e si sono radunate li le famiglie del comitato di quartiere Vanchiglia, pronte a partire per portare la loro solidarietà, il loro contributo, la loro partecipazione al movimento No TAV.

 

Durante la settimana erano arrivate le arance dalla piana di Gioia Tauro, dono della rete SOS Rosarno, nata dopo le ben note rivolte dei migranti sfruttati di quell’area, che hanno dimostrato la loro vicinanza al No TAV ed agli arrestati di questi giorni, regalando 2 tonnellate di splendide ed ottime arance biologiche. La prima tappa delle arance è stato il centro sociale Askatasuna dove sono state scaricate e distribuite dal comitato di quartiere Vanchiglia attraverso il proprio GAP (gruppo d’acquisto popolare). Le arance rimaste sono poi ripartite verso Bussoleno per essere vendute e testimoniare la straordinaria rete di solidarietà nazionale che, dalla Calabria alla Puglia, dalla Toscana alla Lombardia, è saldamente attorno al movimento No TAV.

 

Le abbiamo così ritrovate a Bussoleno, in piazza, assieme a tanti prodotti locali, magliette, felpe, banchetti di ogni genere ad allestire una bellissima festa di piazza nelle vie del centro storico che è stato letteralmente asfaltato da coriandoli, schiume e maschere di ogni genere. All’apice di questo percorso, la simpatica animazione per bambini, l’originale spettacolo di burattini Truffa ad Alta Velocità e il coinvolgente concerto dei nostri amici EGIN, arrivati a Bussoleno con il pullman del comitato di quartiere.

 

Proprio le parole di Fabrizio degli EGIN ci sono rimaste nel cuore. Durante il concerto infatti, raccontava di come Malcolm X scelse questo nome per indicare con chiarezza la propria appartenenza, con quella X, a tutta la comunità nera e combattente. E ci invitava tutte/i a scegliere No TAV come cognome, per sancire, una volta di più, la nostra indissolubile appartenenza ad un movimento che sa contrastare non solo un’opera inutile e dannosa, ma anche e soprattutto un intero sistema politico-economico di sfruttamento dell’uomo e dei territori. E sa proporre un modo di fare politica di democrazia diretta, popolare e dal basso.

 

Una volta di più vogliamo sancire che il “cognome” del Comitato di Quartiere Vanchiglia è No TAV, perché sente di appartenere completamente a questa esperienza e di riportarla e viverla anche nel territorio torinese.

Il 03 marzo il carnevale di Vanchiglia sarà un’enorme festa con Asterix ed Obelix ad aprire una manifestazione all’insegna della socialità, dell’allegria e della lotta.

In perfetto stile No TAV.

 

Attendendo di abbracciare prestissimo Giorgio, Luca e tutti i compagni ancora imprigionati.

Da Vanchiglia e Bussoleno, fermeremo questo treno!