agenda, post — 29 settembre 2016 at 17:15

Foietta ha già perso. 30/09 Incontro al Liceo “N. Rosa” di Bussoleno

paolo-foietta-tav-ansa-tlf-k0o-258x258ilsole24ore-web

 

Un nuovo incontro per confrontare le innumerevoli ragioni del No e le introvabili ragioni del Si al TAV in Valsusa.

Succederà domani pomeriggio alle ore 15.00 al Liceo Scientifico “Norberto Rosa” di Bussoleno. Luca Giunti  attivista NoTav  vs Paolo Foietta presidente dell’Osservatorio sul Tav, in un dibattito che noi ormai riteniamo, dopo 25 anni di lotta, pressoché inutile dal momento in cui le ragioni del “si” continuano ad essere spinte da motivazioni quali mafia, tangenti, appalti clientelari, distruzione di territori e vite umane.

Ci domandiamo se il Presidente del noto specchietto per le allodole, sia al corrente che a poche centinaia di metri dal liceo, si trovi un’ex professoressa del medesimo istituto che oggi è costretta a dover evadere misure cautelari preventive quali gli arresti domiciliari, per rivendicare la propria libertà.

Nicoletta Dosio, accusata per aver partecipato ad una manifestazione popolare NoTav nel giugno del 2015, continua a disobbedire alle imposizioni della Procura di Torino. Una resistenza che dura da ormai quattro mesi e che si è sviluppata prima rifiutando l’obbligo di firma e successivamente l’obbligo di dimora, misure preventive che le sono state imposte poiché definita dai Pm “socialmente pericolosa”.

Ci domandiamo che cosa sia realmente pericoloso. Una donna di 70 anni che da sempre ha cresciuto generazioni con valori quali uguaglianza, libertà, salvaguardia della terra e della vita?
Oppure un politicante che risponde solamente a logiche di profitto che nel tempo hanno creato distruzione di territori, disoccupazione, sfratti e smantellamento dei servizi alle persone?

Abbiamo dunque deciso di lanciare un’iniziativa di controinformazione e invitiamo tutti e tutte a partecipare, l’ appuntamento è alle 7:15 davanti alla Credenza e lo ripeteremo alle ore 14:15. 

Avanti No Tav!