agenda — 3 dicembre 2018 at 11:11

6 e 7 dicembre: TAV una questione politica, una questione ambientale

Nell’ultimo mese numerose inesattezze sono circolate in merito all’opera ferroviaria Alta Velocità Torino-Lione.

Crediamo come studenti e studentesse che sia necessario promuovere in Università un momento di confronto sulle ragioni non solo politiche, ma anche scientifiche, che da 30 anni il movimento No Tav ha avuto la capacità di promuovere con estensione e serietà. Ci sembra doveroso dare lo spazio, in Università, a una lettura critica della retorica “Per tutti i Sì”, anche alla luce del fatto che il dibattito sui modelli di sviluppo e sulla problematica ecologica costituiscono un tema di grande rilevanza politica, scientifica e sociale, non solo nei nostri corsi di studio, ma anche per l’opinione pubblica.

Le necessità che abbiamo sentito all’origine di questa iniziativa sono state tradurre i saperi che l’università ci trasmette nella capacità di prendere posizione e rafforzare un punto di vista situato in quanto giovani in formazione. Fronteggiamo quotidianamente, infatti, le difficoltà legate a tenere vivo un dibattito interdisciplinare e non neutro all’interno del mondo accademico e abbiamo avuto ancora una volta la percezione immediata di una disparità di mezzi incolmabile tra i promotori dell’opera e chi ci si oppone.

Studenti e studentesse notav

https://www.facebook.com/events/2157915624526754/

Programma

GIOVEDì 6 – TAV: UNA QUESTIONE POLITICA

Ore 15.00
Livio Pepino, magistrato, ex membro del Consiglio Superiore di Magistratura, presidente del Controsservatorio Valsusa: “La democrazia alla prova della Val Susa”

Alessandra Algostino, Università degli studi di Torino: “Il significato di un No”

dibattito

pausa

Ore 16.15
Marco Revelli, Università degli studi del Piemonte orientale: “Grandi opere, Grandi bugie. La post-verità e il TAV”

Maurizio Pagliassotti, giornalista: “Grandi opere, grandi eventi, grandi debiti: quale idea di sviluppo per Torino?”

dibattito

 

VENERDì 7 – TAV, AMBIENTE E TERRITORIO

Ore 14.30

Dario Padovan, Università degli Studi di Torino: “Geocapitalismo e crisi del sistema di produzione di merci”

Luca Mercalli, climatologo, presidente della Società meteorologica italiana e direttore di Nimbus: “TAV e cambiamento climatico”

dibattito

pausa

Ore 16.15:

Gustavo Rinaldi, Università degli studi di Torino: “Aspetti economici e finanziari del progetto TAV”

Angelo Tartaglia, Politecnico di Torino: “Traffici e trasporti: l’insostenibilità della Nuova Linea Torino-Lione”

Massimo Zucchetti, Politecnico di Torino: “Tav e salute”